La sigaretta elettronica: i pro e i contro
Posted on: agosto 28, 2017, by : admin

Che il tema della salutarietà delle sigarette elettroniche fosse all’ordine del giorno di molti medici ed esperti di benessere è un fatto ben noto da tempo. Niente sembra aver sconvolto così la vita di milioni di persone come le sigarette elettroniche, che per giunta vengono popolarizzate dicendo che sono più salutari rispetto alle sigarette classiche. Ma è davvero così? Per rispondere a questa domanda bisogna analizzare i pro e i contro delle sigarette elettroniche.

I lati positivi delle sigarette elettroniche

Secondo alcuni studi scientifici, le sigarette elettroniche sono un ottimo modo per smettere di fumare. Il British Medical Journal sostiene addirittura che chi utilizza le sigarette elettroniche sia sulla buona strada per smettere di fumare. La University College of London ha stilato dei dati secondo i quali le sigarette elettroniche abbiano aiutato a smettere di fumare ben 60.000 persona a partire dal 2015 nel Regno Unito: un bel traguardo! Ovviamente non si tratta di una panacea per tutti i mali di fumo, bensì una difficile strada da percorrere per tutti coloro che vogliono sbarazzarsi del vizio. E con l’aiuto di uno specialista nella cura delle dipendenze i risultati saranno ancora più efficaci.

Un tema molto accentuato è quello della loro salutarietà. Ed è un tema vero: le sigarette elettroniche, come dimostrato da numerosi test di laboratorio, non producono radicali liberi e il più del fumo, – comunque non nocivo, – viene espulso. Utilizzando le sigarette elettroniche senza la nicotina il danno ai tessuti respiratori ci sarà, ma sarà minimo, di molto inferiore rispetto alle sigarette classiche. Al tempo di scrittura di questo articolo non esistono seri studi scientifici che dimostrerebbero un danno superiore delle sigarette classiche a quelle normali. Altresì non ci sono studi che dimostrano la presenza di effetti collaterali.

I lati negativi

Non si tratta comunque di dispositivi completamente innocui. Secondo il Centers of Disease Control and Prevention è proprio la sembianza della salutarietà ad attirare i giovani, tanto che anche i non fumatori sembrano voler provare quest’esperienza. Solo in America l’utilizzo una buona percentuali dei non fumatori ha iniziato a utilizzare le sigarette elettroniche pensano che siano buone. Si viene sempre sottoposti alla nicotina (che è opzionale, ma che è presente in molti dispositivi).

Come è ben noto la nicotina viene coinvolta in processi cancerogeni, potrebbe provocare malattie cardiovascolari o quelle neurodegenerative. Insieme alla nicotina i fumatori delle e-cig inalano diversi elementi chimici potenzialmente pericolosi. Altresì le sigarette elettroniche richiedono più manutenzione rispetto a quelle classiche, possono facilmente riscaldarsi o infiammarsi. Il liquido costa di più rispetto alle sigarette standard. E anche la sigaretta elettronica stessa non è un dispositivo da comprare facilmente.

Ma quindi è un aiuto o un pericolo?

In via generale è entrambe le cose. Ci sono effetti positivi e quelli negativi, come anche nelle sigarette classiche. La scienza, attualmente, non è arrivata a stabilire una posizione finale precisa, anche se i segnali positivi lanciati verso le sigarette elettroniche sono indiscutibili. Per il resto sarà il futuro a parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *