Come fare il liquido per le sigarette elettroniche
Posted on: settembre 18, 2017, by : admin

Il mondo delle sigarette elettroniche è in continua espansione. Sono dei dispositivi elettronici che permettono di ricreare sensazioni tipiche del fumare una sigaretta. Il risutato viene ottenuto nebulizzando il liquido, contenuto nel serbatoio, grazie ad una resistenza posta all’interno dell’atomizzatore della sigaretta.

Come si fa il liquido delle sigarette elettroniche?

In commercio si trovano svariate tipologie di sigarette e di liquidi. Quest’ultimi possono essere con o senza nicotina ed si trovano in gusti diversi. I liquidi già pronti hanno dei costi abbastanza sostenuti e quindi la maggior parte dei consumatori con il tempo, per risparmiare, si è adeguata a preparare i liquidi per “svapare”.

Fare il liquido per le sigarette elettroniche è molto semplice ed esistono due metodi principali: il “fai da te” totale o l’utilizzo di una base neutra già pronta.

Per il “fai da te” bisogna reperire: glicerina vegetale e glicole propilenico (sono entrambi utilizzati nel settore dolciario e in farmaceutica. Facilmente reperibili sia su internet che in farmacia), acqua distillata, nicotina, aromi. Per miscelare le sostanze in modo corretto si possono trovare consigli e tutorial su internet. Normalmente le “ricette” standard sono:

  • per liquido meno denso: si usa circa il 95% di glicole propilenico e il restante acqua distillata, questa miscela produce poco vapore;
  • per un liquido denso: si usa 50% glicole propilenico, 40% glicerina vegetale e il restante 10% acqua distillata, produce una buona quantità di vapore;
  • per un liquido molto denso: si usa 80% glicerina vegetale e 20% di acqua distillata, produce molto vapore e viene consigliata soprattutto per le sigarette con batterie potenti.

Il procedimento

Una volta preparato il liquido di base si procede all’aggiunta dell’aroma che si preferisce e della nicotina. Si deve prestare la massima attenzione in questa fase perché la nicotina è altamente tossica e pericolosa. Obbligatorio l’uso di guanti e in caso di contatto con la pelle rivolgersi immediatamente al proprio medico.

Un metodo più rapido e meno pericoloso è utilizzare le basi neutre già pronte che si trovano in commercio. Sono composte sempre da glicerina vegetale, glicole propilenico ed acqua e si trovano sia prive di nicotina che già addizionate con percentuali che variano dal 3% fino al 18%.

Con la base pronta non resta che aggiungere gli aromi scegliendo tra la moltitudine di gusti che esistono. Il dosaggio dell’aroma è molto importante perché se si incorpora una quantità irrisoria si rischia di avere un liquido insipido.

Il consiglio standard è di aggiungere ad ogni 10 ml di liquido 1 ml di aroma. Si evince che per 100 ml di liquido occorreranno 10 ml di aroma. Però considerando che gli aromi non sono tutti uguali e si differenziano per intensità di sapore anche in base alle marche è possibile effettuare delle prove fino a che non si raggiunge il livello di sapore che si gradisce. Una volta preparato il liquido va agitato energicamente e poi va lasciato stagionare per un periodo minimo di una settimana fino ad un mese. Durante questa fase bisogna ricordare che il liquido va mescolato ripetutamente per emulsionare bene l’aroma con la base. Più è lunga la stagionatura più il sapore finale sarà intenso.

Fare il liquido per le e-sigarette è molto semplice e non occorre un eccessivo dispendio di tempo, inoltre è una soluzione conveniente ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *