Fumo passivo in gravidanza: quali sono le conseguenze?
Posted on: gennaio 10, 2018, by : admin

Di sigaretta elettronica e svapo negli ultimi anni si parla moltissimo. Visto come uno dei migliori mezzi in assoluto per dire addio al fumo, la sigaretta elettronica è un passaggio che molti fumatori hanno fatto dalle classiche bionde a dire addio del tutto al mondo del fumo e della nicotina. Un tema molto delicato è quello della correlazione fra la sigaretta elettronica e la gravidanza.

Quanto male può fare il fumo passivo in gravidanza?

Cominciamo col parlare del fumo passivo di sigaretta. Gli effetti dannosi della nicotina e del catrame, nonché delle altre sostanze contenute nel fumo della sigaretta, sulla madre e sul feto sono comprovati. Tutti i medici mettono in allarme dall’esposizione al fumo attivo e passivo per le donne in gravidanza: i rischi sono tanti e sono gravi.

L’esposizione al fumo passivo durante la gravidanza ha delle conseguenze gravissime: per esempio, le donne esposte al fumo secondo gli esperti hanno un rischio del 16% maggiore di altre donne di andare incontro all’aborto spontaneo e del 44% maggiore alle altre di partorire un bimbo morto. Rispetto a donne non esposte, queste hanno anche il 45% in più di possibilità che si verifichi una gravidanza ectopica, cioè l’impianto dell’embrione avviene fuori dalla cavità dell’utero.

Ma non solo: al netto di queste ipotesi, il fumo passivo in gravidanza è anche grave per lo sviluppo del bambino dal punto di vista del sistema cardiocircolatorio e cerebrale.

Le tossine del fumo entrano nel flusso sanguigno e vengono condivise col bambino. Questo può causare, più avanti, dei problemi respiratori al nascituro e può anche comportare un errato o incompleto sviluppo polmonare.

I bambini che in gravidanza sono stati esposti al fumo hanno anche maggiori probabilità di nascere piccoli: il fumo blocca la crescita fetale. Possono sviluppare disturbi respiratori, problemi ai denti, infezioni alle orecchie.

Bisogna sempre tenere i fumatori lontani dal bambino, sarebbe bene che madre e partner smettessero di fumare prima del concepimento.

Per quanto riguarda il fumo di e-cig in gravidanza, si sappia che la nicotina è dannosa e può provocare dei gravi danni allo sviluppo del feto. Bisognerebbe quindi evitare anche il fumo di sigaretta elettronica, per quanto a riguardo non ci siano ancora studi certi che possano testimoniare l’esistenza di una correlazione fra il fumo di sigaretta elettronica senza nicotina e problemi nel feto. Non vale proprio la pena rischiare la salute del bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *