Il costo della sigaretta elettronica

Il costo della sigaretta elettronica, varia a seconda del dispositivo scelto. Esistono diversi modelli e tutto dipende dall’esigenze del fumatore. Chi decide di acquistare una sigaretta elettronica è perché, magari vuole abbandonare per sempre il mondo della sigaretta, ma per farlo ha bisogno di una mano. La sigaretta elettronica permette di allontanarsi dal tabacco in modo graduale, in quanto sarà il fumatore a scegliere quanta nicotina usare nel proprio liquido.

Qual’è il prezzo per un kit?

Qualsiasi sia la sigaretta elettronica scelta, l’importante è che essa abbia il marchio CE, che permette il suo riconoscimento a livello europeo. Scegliere una sigaretta con marchio CE rispetto ad una che magari non ce l’ha è un modo in più per salvaguardare la propria vita. Qualsiasi cosa sia inalata, di per sè, fa male, ma se si possono ridurre le conseguenze che ben venga. Se si parla di un primo acquisto, bisogna tener presente, che non bisognerà acquistare solo il dispositivo elettrico, ma un kit composto dal liquido che si andrà ad usare, ed altri componenti. Dopo il primo acquisto si passerà a quello dove il dispositivo ormai non servirà più, ma bisognerà acquistare liquido e possibili componenti di ricambio, nel caso in cui dovessero mal funzionare.

Di solito i kit iniziali comprendono doppia sigaretta elettronica, questo per poter avere più pezzi di ricambio, nel caso in cui non dovessero funzionare più; ma si può scegliere di acquistare anche Kit singoli. Tutto ovviamente dipende dal marchio scelto, ma in media, un kit singolo può costare tra i 15 e 35 euro, se invece il Kit è doppio, e quindi ci saranno 2 sigarette il prezzo raddoppia, fino ad arrivare a 50 euro. Nel caso in cui si scegliesse, un marchio popolare, il prezzo potrebbe aumentare.

Quanto costano gli accessori della sigaretta elettronica?

Dopo aver scelto quale dispositivo acquistare, bisogna valutare anche i prezzi dei singoli elementi, che non sono molto alti. Per un liquido di 20ml il prezzo oscilla tra i 10 e 15 euro, ma varia a seconda della nicotina presente, all’interno. Per fare un degno confronto, e per capire quanto possa durare il liquido; in media una persona che fumava un pacchetto di sigarette, può consumare 2ml di liquido al giorno; ma attenzione: la differenza la fa anche l’atomizzatore; che spesse volte consuma più liquido.

L’atomizzatore può costare fino a 15 euro, se invece si sceglie di sostituire solo le testine, un kit da 5 costerebbe più o meno sullo stesso prezzo. Tutto dipende anche dall’uso che si fa di tale dispositivo, e dalla cura che si tiene nella manutenzione della sigaretta stessa. Un’ottima pulizia, può allungare di gran lunga la vita del dispositivo elettronico. Ora sta al fumatore, farsi due conti, e decidere se il passaggio ad una sigaretta elettronica è fattibile, rispetto alle classiche sigarette.

Infine, per quanto riguarda la batteria, il costo si aggira intorno ai 20 euro, con una durata media di 250 ricariche. Per farla durare più a lungo il consiglio è di scaricarla sempre completamente, prima di metterla a caricare.